cuoa
ottobre 30, 2017 News Nessun commento

Dopo la presentazione “ufficiale” alla sede della CIA-Confederazione Italiana Agricoltori, continuiamo a portare in giro il nostro ultimo libro Marketing dei Prodotti Enogastronomici all’Estero.
Presto ci saranno altre presentazioni in giro per l’Italia, in cui cercheremo di essere presenti tutte e tre o almeno in due; ma intanto non mancano le occasioni per parlare dei temi del libro in appuntamenti importanti, lezioni e convegni.


Questa volta Rita Lauretti – dopo aver partecipato alla diretta di Unomattina qualche giorno fa per parlare di export – partecipa al Seminario conclusivo del Progetto Genius Loci della CUOA Business School – un corso organizzato con il Fondo Sociale Europeo per fornire consapevolezza e competenze per la creazione di un sistema intersettoriale che coinvolga gli operatori della filiera agroalimentare-vitivinicola e distributiva e quelli del settore turistico – dal titolo Storie ed esperienze per valorizzare la collaborazione e l’integrazione tra le filiere agroalimentari-vitivinicole e turistiche.

Oggi 30 ottobre 2017, dalle 9.00 alle 18.00 e’ infatti in programma il seminario dedicato a fare il punto sulle sinergie possibili tra i settori agroalimentare-vitivinicolo e turismo per lo sviluppo, la valorizzazione e la competitività del territorio veneto, alla luce delle esperienze esplorate e raccolte nei mesi di realizzazione del progetto avviato nel giugno 2016.

L’obiettivo del seminario è socializzare e diffondere i risultati conseguiti durante il percorso, creare consapevolezza per stimolare processi di innovazione anche nelle imprese che non hanno usufruito direttamente del progetto formativo. Tra i diversi interventi, dopo la presentazione dei risultati del progetto e delle aziende partner, ci sara’ la tavola rotonda “L’eccellenza del gusto: nuove sfide di sviluppo per imprese e destinazioni” moderata da  Michele Bianco e Martha Friel a cui prendera’ parte anche Rita in qualita’ di Food broker and Communication, portando la sua esperienza sul campo e le conoscenze che abbiamo condiviso attraverso le pagine del libro.
 

Written by Luciana Squadrilli